Architettura effimera al Congresso Heritage 2020

Ecco la pubblicazione del nostro intervento sull’architettura effimera per la 7a Conferenza Internazionale sul Patrimonio e lo Sviluppo Sostenibile Heritage 2020, indetto dal Green Lines Institute for Sustainable Development, che si sarebbe dovuto tenere a Coimbra (Portogallo) lo scorso Luglio.

L’architettura effimera come medium per rigenerare la città storica. Il caso di Venezia

Testo a cura di Alessandro Zorzetto, Angela Barrios Padura e Marta Molina Huelva

Universidad de Sevilla (Spagna)

Abstract

La Biennale è un evento che si ripete periodicamente a Venezia da oltre un secolo, influenzando l’evoluzione della città. Negli ultimi decenni si è sviluppato un modello di rigenerazione del patrimonio architettonico basato sull’evento artistico, che ha saputo generare risorse che vengono reinvestite nella manutenzione degli edifici. L’architettura effimera gioca quindi un ruolo fondamentale in questo processo, diventando un “motore” in grado di conservare, rinnovare e aggiornare il tessuto storico dell’isola. In questo lavoro viene presentata una catalogazione critica di esempi virtuosi di rigenerazione del patrimonio edilizio, di riciclo dei materiali, di innovazione nei trasporti, di sostenibilità turistica, al fine di proporre un codice etico sulla base del quale sviluppare futuri modelli di gestione per questo settore del turismo culturale legato al “fenomeno Biennale”.

Parole Chiave

Patrimonio, Biennale, Gentrificazione, Turistificazione, Impatto.

Leggi l’articolo Green Lines Institute

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

otto + 3 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top