Cos’è un’architettura precaria?

Architetture Precarie è un lavoro di ricerca nell’ambito dell’architettura, del design e delle arti plastiche, coniugato ad una lettura sociopolitica del mondo in cui esse si creano. Cominciando dal paradigma vitruviano utilitas, firmitas, venustas, ci si chiede come questo possa divenire strumento attuale per definire architetture prodotte in un ambito professionale in preda a continui sconvolgimenti destabilizzanti.

Architetture Precarie fa di necessità virtù, ricercando alternative non-vitruviane per mantenere vivo lo spirito della professione.

Autocostruzione ed autoproduzione diventano nuovi strumenti per la creazione di architetture attraverso nuove pratiche di collaborazione e condivisione dei saperi. L’emancipazione professionale diventa allora parte di un percorso più ampio, che riguarda l’evoluzione delle comunità che si vengono a creare attorno ad ogni nuova architettura precaria.

 

Scopri di più

 

Foto di Daniele Ronca