Costruire un’installazione luminosa in bambù

A cura di Architetture Precarie (Venezia) e Natural Born Builders (Versilia)

in collaborazione con l’Ordine degli Architetti di Venezia

L’idea è quella di costruire un oggetto di grandi dimensioni che sia in grado di sfidare le regole della gravità e che possa risultare evocativo per la Città di Venezia. Per la realizzazione del progetto si usano materiali naturali: bambù proveniente da un bosco in Toscana e legno recuperato da un allestimento della scorsa Biennale. Si decide di attivare un workshop per coinvolgere nel progetto un maggior numero di persone, e alla call rispondono cittadini, studenti e professionisti desiderosi di apprendere le nozioni fondamentali ed i trucchi per utilizzare il bambù come materiale da costruzione. Insieme realizziamo ed allestiamo un’opera le cui forme richiamano gli elementi dell’aria e dell’acqua, assomigliando ad una nuvola, un pesce o un’imbarcazione volante, ma anche della terra, da cui provengono i materiali utilizzati per costruirla, e della luce da cui è permeata durante le ore diurne e notturne.


 

Workshop di costruzione di una installazione illuminante con struttura in bambù

6•7•8 aprile 2018 • Tesa 105, Arsenale Nord • Venezia

 

Progettazione ed organizzazione: Architetture Precarie, Natural Born Builders.

Docenti: Alessandro Zorzetto, Giacomo Mencarini.

Collaboratori: Francesca Modolo, Ing. Paolo Delfanti.

Partecipanti: Cecilia Barberis, Alberto Bertollo, Elisa Bortolussi, Diana Favaron, Carmen Ferri, Matteo Fuser, Giorgio Girelli, Barbara Pastor, Giacomo Pincerato, Elena Rizzico, Mara Santacatterina, Francesco Stefani, Davide Tegon, Matteo Zuppi.

Patrocinio: Ordine degli Architetti P. P. C. di Venezia, Vela s.p.a., Città di Venezia.

Materiali: Bambuseto, ReBiennale.

Supporto: Associazione Nuove Prospettive.

Ringraziamo: Niccolò Bocenti, Mohammed e Daniel di ReBiennale; Stefano Martinelli e Sara Violante di Bambuseto; Stefano Soldati del Centro di Permacultura La Boa; Nicola Catullo, Ilenia Tomasutti e tutto lo staff di Vela; la Segreteria e la Presidenza dell’Ordine degli Architetti di Venezia; la Direzione Progetti Strategici del Comune di Venezia; il Dott. Franco Costa e Amelia De Lazzari del CNR-ISMAR di Venezia; Bianca Nardon ed Emilio Antoniol di Venice Climate Lab; Martin Weigert, Eugenio Pendolini, Stefano Reggio e Francesco Luca.

Video: Francesco Stefani.

Fotografie: Alessandro Zorzetto

Web:   www.architettureprecarie.netinfo@architettureprecarie.net

www.naturalbornbuilders.cominfo@naturalbornbuilders.com

VAI ALLA GALLERY

1 comment

  1. Un’opera interessante, complimenti. L’effetto è molto evocativo e sembra quasi un oggetto di design moderno. L’idea di coinvolgere anche studenti e semplici appassionati è davvero originale, così come il risultato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

15 − 7 =

Top